Al via il Master in Agrindustrial Vehicle Technology

E' stato presentato oggi, 22 Gennaio, 2018, in conferenza stampa l'innovativo Master di II livello in Agrindustrial Vehicle Technology (MAVT) promosso dai Dipartimenti di Ingegneria degli Atenei di Ferrara e di Modena e Reggio Emilia, con il fondamentale apporto scientifico del CNR Imamoter (Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra).

MAVT è il primo corso postlaurea italiano dedicato alla formazione di figure professionali altamente specializzate e richieste dalle imprese del settore dei veicoli agricoli e industriali.

"Un settore a tecnologia altamente avanzata, come spesso si ignora, e in forte crescita, come dimostra l'impressionante incremento delle immatricolazioni italiane e in particolare in Emilia Romagna per i veicoli agricoli",  ha evidenziato il Direttore del Master Prof. Michele Pinelli, docente del Dipartimento di Ingegneria di Unife.
Una proposta formativa di alta qualità e rispondente a una vocazione regionale, ma capace di attirare studente da tutta Italia.
"Questo Master si è posizionato primo nella call per i voucher formativi messi a disposizione dalla regione Emilia Romagna" ha sottolineato il Vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto.
Una conferma della qualità della proposta formativa che nasce da un progetto preciso e definito e che è il migliore esempio di collaborazione territoriale ampia, tra Atenei e istituzioni oltre che di capacità di portare innovazione del proprio tessuto territoriale e che non può non vederci sempre a supporto e sostegno".
Hanno posto l'accento sull'aspetto di iniziativa "modello" di collaborazione tra Atenei e attività industriali anche il vicesindaco di Cento Simone Maccaferri e il Prof. Roberto Tovo, Direttore del Dipartimento di Ingegneria di Ferrara, che ha descritto il Master "come un modo di mettere a sistema e organizzare attorno a una proposta formativa di eccellenza e originale collaborazioni e sinergie esistenti".
Hanno invece evidenziato come la richiesta di figure trasversali in questo settore venga proprio dalle aziende stesse il Prof. Massimo Borghi di Unimore e Giorgio Garimberti, ex CEO di VM Motori, Presidente del Consorzio Cento Cultura. "Il Master rilascerà un titolo congiunto Unife-Unimore - ha precisato Borghi - e si rivolge oltre che a neolaureati in ingegneria e agraria, anche a chi già lavora nelle imprese del settore".
"Questo Corso vuole fornire queste figure di quella trasversalità necessaria alle imprese, che, è poco noto, ma sono imprese che affondano le radici nei nostri territori molto più di quanto si ricordi".
Ha infine espresso soddisfazione a nome del CNR-Imamoter  l'Ing. Massimo Martelli "perché Imamoter, proprio in questo settore, esplica la sua attività e ha affiancato i due Atenei sin dalle prime fasi della progettazione del percorso formativo".
Al termine dell'incontro, il Prof. Giorgio Dal Piaz, vicedirettore del Master e docente Unife, ha accompagnato giornalisti e fotografi in visita ai laboratori Unife, tra cui la camera anecoica acustica, che fanno parte della rosa dei 5 laboratori presso i quali si svolgeranno attività pratiche, in aggiunta a 600 ore di tirocinio presso aziende del settore e le 200 ore di didattica frontale, che si svolgeranno nei fine settimana.